DIO, PATRIA E…Diario del Sinodo sulla famiglia dell’Ottobre 2015 di Aurelio Porfiri

AURELIO PORFIRI

DIO, PATRIA E…Diario del Sinodo sulla famiglia dell’Ottobre 2015 (ita, 2016)

ebook (Mobi, Kobo, Epub)

Euro 249

“Gli scritti del Prof. Porfiri presentano il punto di vista di un laico cattolico colto, profondamente sensibile ai problemi ed ai valori di attualità della Chiesa, della morale e della cultura, per una testimonianza ed un’educazione cristiane su vasta scala, credibile ed efficace nel mondo d’oggi.    Il Prof. Porfiri è venuto a trovarsi d’accordo con me nelle idee che ho esposto circa la mia convinzione, che ho esposto di recente in alcuni articoli sul sito isoladipatmos, che un domani la Chiesa, se lo ritiene opportuno ed utile per la salvezza delle anime, potrebbe concedere i sacramenti, a ben precise condizioni e in casi speciali, ai divorziati risposati.   Il Prof. Porfiri ha avuto la bontà, tanto più preziosa perchè non da me richiesta, di riprendere e difendere le mie tesi dalle immaginabili critiche, che non sono mancate” (Padre Giovanni Cavalcoli). Un testo che ripropone le riflessioni suscitate dal Sinodo sulla famiglia dell’ottobre 2015, riflessioni che toccano temi di vitale importanza per la vita della Chiesa Cattolica e la vita dei fedeli stessi.

Chi legge deve essere consapevole che le notizie vengono offerte sotto certe angolature che rappresentano la visione del mondo di certi giornalisti, così comequello che io scrivo rappresenta la mia prospettiva sui fatti di cui mi occupo; ciò non significa che la mia prospettiva può non esser vera, naturalmente.(…)
Certo, tutti sappiamo che non verranno mai appoggiati matrimoni gay o donne prete, ma importante che coloro che appoggiano queste posizioni sentano il legame che li lega alla Santa Madre Chiesa e la interpellino per venire incontro ai loro bisogni, pur se questi bisogni possano non avere ragione d’essere. (…)
Come si possono accettare decisioni così importanti che sembrano prese in un clima di segretezza e reclusione? Si potrebbe dire che tanto alla fine conterà il documento che verrà promulgato dal Papa, ma in questo modo anche Papa Francesco, che intenderebbe avere una Chiesa a partecipazione più ampia,sembra fornire l’immagine di un maggiore accentramento nelle sue mani di quello che c’era, per esempio, al tempo di Benedetto XVI.(…)
La Chiesa, una, cerca di farsi prossima a coloro che soffrono, a coloro che si trovano in situazioni familiari difficili; per alcuni, il modo di fare questo chiudersi in una idea di dottrina che non può approfondirsi e che si cristallizzata in un dato momento storico per sempre”.

Compra su:

www.amazon.it

www.bookrepublic.it

www.mondadoristore.it

www.hoepli.it